Partecipa a PortoTorresNotizie.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

'Mater Olbia per te': sabato 28, l’ospedale si apre al territorio

Visite ed esami gratuiti e senza prenotazione in ben undici aree terapeutiche

Condividi su:

Visite specialistiche ed esami diagnostici gratuiti sabato prossimo al Mater Olbia per il primo open day dell'ospedale nato dalla partnership fra la Qatar Foundation Endowment e la Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS di Roma e già divenuto punto di riferimento per i residenti della Gallura e dell'intera Sardegna. “Ospedale Aperto, Mater Olbia per te” è lo slogan dell'iniziativa, che avrà luogo sabato 28 settembre dalle ore 9alle ore 17nella grande struttura di Padrogianus (Strada Statale 125, Orientale Sarda, Olbia). L'iniziativa, aperta a tutta la popolazione, è la prima di una serie di momenti qualificanti per la vita dell'ospedale, volti a divulgare l'educazione alla salute per promuovere stili di vita orientati al concetto che prevenire è meglio di curare e per conoscere più nel dettaglio reparti e servizi dell'ospedale, che sin dalla sua apertura intende impegnarsi in attività di informazione e coinvolgimento attivo della popolazione rispetto alla capacità di sviluppo di buone pratiche nella tutela della salute e della cura della persona.

Nel corso della 'giornata aperta' sarà possibile effettuare check up, gratuitamente e senza alcuna prenotazione, e, nello specifico, effettuare visite specialistiche ed esami diagnostici presso gli ambulatori di cardiologia, chirurgia generale, endocrinologia, dermatologia, fisiatria, gastroenterologia, ginecologia e senologia, neurochirurgia, neurologia, ortopedia, otorinolaringoiatria, oltre che effettuare esami come Ecg, controllo audiometrico ed ecografie (addominali, tiroidee, pelviche e mammarie). Per informazioni è possibile chiamare il numero 0789.18999 o visitare il sito materolbia.com.

Ospedale d'avanguardia e di eccellenza, Mater Olbia dispone di 250 posti letto, di cui 200 accreditati per l'assistenza del Servizio Sanitario Regionale e 50 letti per l'assistenza ai privati paganti. Ha avviato nel dicembre scorso l'attività ambulatoriale, mentre dal primo luglio 2019 ha preso avvio l'attività di ricovero. Obiettivo primario della struttura è assicurare cure di qualità ai pazienti in un ambiente confortevole e garantire che si sentano a proprio agio durante la permanenza in ospedale: questo grazie all'esperienza di un personale altamente qualificato e all'interno di un sistema in grado di collegare centri di ricerca internazionale con la rete sanitaria della Regione Sardegna.

Condividi su:

Seguici su Facebook