Partecipa a PortoTorresNotizie.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Filctem, Femca e Uiltec: contrastare le decisioni Eni per salvare lo stabilimento di Porto Torres

Il 12 gennaio al MiSE Filctem-Cgil, Femca-Cisl e Uiltec-Uil a confronto con Guidi e Descalzi

Condividi su:

Programmato per martedì 12 gennaio a Roma l'incontro tra i segretari generali di Cgil, Cisl, Uil e dei sindacati del settore Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil con il ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi, e l'amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi. 

Obiettivo dell'incontro è quello di contrastare le recenti decisioni di Eni di cedere Versalis ad un fondo di investimento, che comprometterebbero irrimediabilmente il futuro della chimica italiana e, quindi, il futuro degli stabilimenti di Porto Marghera, Ferrara, Mantova, Ravenna, Brindisi, Priolo, Ragusa e Porto Torres.

"Non possiamo lottare soli contro questa scelta, tutti devono essere consapevoli e capire che tale decisione sarà la fine della Chimica in Italia e dello stabilimento di Porto Torres, tutti dobbiamo dire no ed agire contro tale scelta", così le segreterie provinciali di Filctem, Femca e Uiltec si rivolgono alle istituzioni locali domandando il loro sostegno e la loro diretta partecipazione al presidio di domani presso il MiSE.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook