Partecipa a PortoTorresNotizie.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

L'assessore al Bilancio, Donato Forcillo, lascia l'incarico.

Scelta dettata da nuove opportunità professionali. «Un altro cittadino avrà la possibilità di vivere un'esperienza politica, come spesso accade nel M5S».

Redazione
Condividi su:

Donato Forcillo ha consegnato questa mattina la lettera di dimissioni dall'incarico di Assessore alle Finanze. La scelta è dettata da motivi professionali. Il sindaco Sean Wheeler ha ringraziato l'ex assessore per il lavoro svolto e ha annunciato che la prossima settimana assegnerà le deleghe a un nuovo componente della squadra di governo.

«Caro Sean – scrive Donato Forcillo – come sai per ragioni professionali a breve mi dovrò trasferire fuori dalla mia amata Sardegna, come spesso accade a tanti giovani della nostra regione. Perciò dopo un anno di carica, mi vedo costretto a lasciare il ruolo di assessore che attualmente ricopro. Resta forte e intatta la mia fiducia in te, nella Giunta e nel M5S di Porto Torres, e vi ringrazio per avermi dato il vostro supporto in quest'anno di lavoro insieme. Come sai per me questa non è una decisione semplice, perché significa non solo lasciare questa bella avventura politica, ma anche la mia terra, i miei amici e soprattutto la mia famiglia. Avendo solo 29 anni e dovendo ancora costruire una solida carriera lavorativa, sapevo sin da subito che non avrei potuto ricoprire per tutti e cinque gli anni di mandato quest'incarico. Tuttavia come sai, l'impegno che avevo assunto con il gruppo era quello di costruire un bilancio in base alla nostra visione di programmazione per la città. Ho mantenuto fede al mio impegno e sono sicuro che l'assessore che subentrerà farà un ottimo lavoro, avendo un compito più agevole del mio, potendo contare su una base già impostata. Lascio un bilancio in ordine, con stanziamenti per progetti importanti nei settori dei lavori pubblici, tributi, ambiente, sociale e cultura. Sono solo alcune delle iniziative che siamo riusciti a programmare, alle quali si aggiunge anche l'introduzione del bilancio partecipativo, un progetto che permetterà agli stessi cittadini di scegliere come destinare i fondi derivanti dal taglio delle nostre indennità di carica. In particolare i miei tagli in un anno di carica ammontano a 2508 euro. Non spetta a me, ma alla comunità dire se ho fatto un buon lavoro, posso però assicurare che ho messo il massimo impegno e passione, facendo anche delle importanti rinunce personali. Sono sicuro che quest'amministrazione renderà Porto Torres una città migliore e sono fiero di aver potuto dare nel mio piccolo un contributo alla nostra città».

 

Condividi su:

Seguici su Facebook