Partecipa a PortoTorresNotizie.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Diventare cameriere: un punto di partenza per avere successo nel mondo della ristorazione

Se svolto con passione, rigore e determinazione il mestiere del cameriere può essere un trampolino di lancio per crescere dal punto di vista professionale e fare carriera nel settore della ristorazione.

Condividi su:

Il ruolo del cameriere è uno dei più importanti tra quelli rivestiti da chi opera all’interno di bar, ristoranti e locali dediti alla ristorazione in generale. Responsabile delle ordinazioni e del servizio ai tavoli, il cameriere è la prima e spesso anche l’ultima persona che si interfaccia con il cliente, e che rimane accanto a quest’ultimo per tutta la durata della sua permanenza nel locale.

Per questo motivo, è fondamentale che chi svolge questa professione sia in grado di rapportarsi in maniera educata e cordiale con il pubblico, manifestando garbo ed empatia e mantenendo il controllo anche nelle situazioni più complicate o stressanti (si pensi al caso di clienti particolarmente esigenti o sgarbati).

Se svolta con impegno, passione e dedizione, la professione del cameriere può dare interessanti soddisfazioni in termini di carriera e di miglioramento economico. Come punto di partenza, è consigliabile consultare le ultime offerte di lavoro cameriere pubblicate sul sito camerieri.it, il portale dell’agenzia digitale Jobtech interamente dedicato al mondo della ristorazione. La piattaforma è un punto di riferimento per le aziende e i professionisti del settore, da tenere costantemente d’occhio per trovare annunci aggiornati e in linea con le proprie esigenze.

Chi è in grado di offrire un servizio orientato al massimo della qualità può puntare a posizioni di maggior livello, come quella di maître o di chef de rang. Il maître è una figura di spicco all’interno dei ristoranti più blasonati; lavorando a strettissimo contatto con lo chef e dirigendo lo staff di camerieri, ha il compito di organizzare le attività e la logistica del locale, occupandosi anche della resa estetica e della corretta mise en place.

Altrettanto rilevante è la figura dello chef de rang, il braccio destro del maître responsabile di supervisionare sulle sale e di gestire i contatti con gli ospiti.

È facilmente intuibile che per ricoprire al meglio queste posizioni più apicali sono richieste abilità e competenze da acquisire con lo studio e con la pratica sul campo. Frequentare istituti specifici come la scuola alberghiera o corsi professionalizzanti da affiancare a tanta gavetta è la soluzione migliore per gettare le basi su cui costruire una carriera nel mondo della ristorazione.

Condividi su:

Seguici su Facebook